Anna Maria Musso
     

Nel vortice del cuore

Anna Maria Musso

"Nel vortice del cuore"

elaborazione grafica della copertina
Lorena Nasi su immagine Fotolia

Ed. MAGEMA, Carcare (SV)
Marzo 2010

Euro 10,00

ISBN 978-88-89169-32-2

pagg. 54

Gradirei ricevere una copia!

 

La mia Terra

La mia Terra…
E’ una foto ingiallita,

racchiusa in scrigni d’argento.

Cavalli spronati nel vento da abili mani.

Stendardi di antiche contrade,
figure scomparse nel tempo.

Ruderi di imponenti manieri,
barlumi di vesti dorate.

Pesanti portali che sanno di storia.

Splendori passati, avvolti in manti di seta scarlatta.

E’ Terra…
al confine dei ricordi,
spazzata dal vento che viene dal mare,
che solleva dolci sussurri dai vicoli stretti;
scolpita nella pietra della memoria,
in quella pietra anticache non emette suono,
ma parla con parole troppo grandi,
e racchiude segreti profondi.

Le mie radici affondanoin grigie colline di tufo
che si macchiano del rosa dei fiori di timo,
in anse indolentidel fiume che scorre,
nell’urlo dei gabbianiche planano dolcemente sulla riva
negli scheletri di industrie fatiscenti,
ultime vestigia di antica opulenza,
nei rintocchi ritmati delle campane,
nei silenziche si riempiono di angosce profonde.

E’ mia questa Terra
che mi ha vista bambina e poi donna…
legame profondoche sento nel cuore,
che affonda ancora
nelle radici del mio essere.

A occhi chiusi

A occhi chiusi
per sentire il vento
che disegna
castelli di sabbia
e il mareche azzurra il cielo
con sprazzi di luce.

A occhi chiusi
per vedere
pennellate di vita
che si accendono
con i colori
dell’arcobaleno.

A occhi chiusi
mentre le emozioni
scrivono parole.

Cortesia foto Genzano
Foto Genzano

Terra di mare

Terra antica
scolpita dal mare
graffiata
da scogliere infinite
che artigliano
lembi di sabbia
baciata
da raggi dorati
tessuti tra anfratti nascosti

Terra velata di misteri
avvolta
in nebbie sottili
che parlano
di miraggi lontani

Terra corrosa dal vento
che odora di salmastro
e profuma di zagare.

Terra …terra di mare
scolpita
nella pietra del tempo
che l’onda accarezza e sommerge.

 

 

 
Chi Anna Maria Musso

 

Carattere allegro e comunicativo, grandi slanci e animo aperto, Anna Maria sa nei tempi giusti essere profondamente sensibile. La speranza prende sempre il sopravvento sui grandi dolori della vita e, come dice bene il prof. Ballabio nella prefazione "sgorga di nuovo il canto che invita al sogno.
Anna Maria - come accade ai veri poeti - sa vedere il mondo in un granello di sabbia e il cielo in un fiore di montagna che si schiude tra i sassi. Riesce a tenere l'Infinito nel cavo della sua mano e a racchiudere l'Eternità in un'ora. Le "vibrazioni" del suo cuore diventano anche quelle del lettore, purchè sappia mettersi in sintonia con il suo sentimento che ha il sapore dolce-amaro della vita, accorata, romantica, pudica e sempre sostenuta da un'inconsueta ed intensa necessità di poesia".
Ecco perchè sono state numerosissime le vittorie che ha ottenuto nei Concorsi Letterari, come grande è stato il successo per lo Spettacolo teatrale che è stato messo in scena il 19 marzo 2010 al Teatro del Palazzo di Città di Cairo Montenotte.